Cosa spetta a mio figlio dopo la diagnosi?


Ciao a tutti, rieccoci qui con una nuova guida!

In questo post vorrei parlare degli aiuti e delle misure di sostegno che stato e regioni mettono a disposizione alle persone con disabilità; ciò che andrò ad elencare è di carattere generale, l'emissione o meno di tali aiuti è ovviamente legata  allo specifico caso di ognuno di noi. 
Per avere accesso a tali servizi avrete prima di tutto bisogno di essere in possesso del certificato di invalidità e della L.104 (Legge 5 febbraio 1992, n. 104).

Per quanto riguarda le terapie a vostro figlio spetta psicomotricità e logopedia, la neuropsichiatria e l'ATS si occuperanno di mettere vostro figlio in lista d'attesa per poter iniziare i due percorsi.
Purtroppo tali liste possono essere piuttosto lunghe, il consiglio che posso darvi è di chiamare periodicamente per richiedere informazioni sulla posizione di vostro figlio.

I sostegni economici ai quali potreste avere accesso invece sono i seguenti:

-assegno di frequenza (euro 250 circa) è ciò che lo stato eroga per la sola invalidità

-accompagnamento (euro 250 circa), quando riconosciuto si somma all'assegno di frequenza

-Esenzione del bollo auto è subordinato alla L.104, vi verrà chiesto di presentarla nel caso decidiate di usufruirne. Tale esenzione è da intendersi solamente ad un solo veicolo, idealmente quello che viene utilizzato per trasportare vostro figlio.

-Misura B1 o assegno di cura, vivendo noi in Lombardia viene chiamata misura B1, si tratta di un assegno mensile che viene erogato dall'ATS direttamente a vostro figlio.
Può essere un importo fino ad euro 600 che dovranno essere impiegati a fronte di un progetto concordato con la neuropsichiatria infantile. 

-Misura B2, assegno erogato direttamente dal comune destinato al tutore della persona con disabilità


Ma la lista non è ancora finita, in ambiente scolastico avrà diritto ad un insegnante di sostegno: assegnato presentando a scuola il certificato d'invalidità ed un educatore/assistente alla persona di cui si occuperà l'assistente sociale del vostro comune.

Spero di esservi stato di aiuto, ricordatevi che per avere informazioni più precise a riguardo potete rivolgervi al vostro assistente sociale o sempre alla neuropsichiatra (in quanto sarà la NPI a stilare i certificati necessari).







Share:

Naviga nel sito

Translate

Hai delle richieste? Contattaci!

Nome

Email *

Messaggio *

Labels